Articoli Salute

L’alitosi nel cane non è normale: come intervenire

Il mio cane ha l’alito cattivo

Molti proprietari sono convinti che l’alitosi, ovvero il cattivo odore dell’alito, sia normale nei cani, soprattutto quelli anziani. Non è così!

Se l’alito del nostro quadrupede ha un cattivo odore, dovremmo chiederci perchè e scavare più a fondo alla ricerca di una causa, perciò è bene rivolgersi al veterinario. Tranquilli, nella maggior parte dei casi si tratta di problemi molto semplici e facilmente risolvibili, come una pessima igene orale, che porta quindi la formazione di tartaro e batteri.

Avete mai lavato i denti al vostro cane?

E’ importante abituare il nostro cane fin da piccolo ad una corretta igiene orale, certo dovrete pensarci voi, ma iniziarlo a questa pratica sin dai primi mesi, lo renderà più accondiscendente e meno spaventato negli anni successivi. In commercio esistono appositi spazzolini e “dentifrici“, completamente diversi da quelli umani, che non dovrete mai utilizzare. Il “dentifricio” del cane, normalmente, è una pasta che può essere tranquillamente ingurgitata. Al contrario, i dentifrici comuni, che utilizziamo ogni mattina, sono severamente vietati per l’igiene orale dei nostri amici a quattro zampe, perchè contengono agenti che potrebbe risultare nocivi per la loro salute.

Cosa fare se l’alitosi persiste

Se il vostro cane continua ad avere l’alito cattivo, nonostante la pulizia, probabilmente è legato ad un problema più serio, che va ricercato. Perciò rivolgetevi al veterinario per avere chiarimenti e fare esami approfonditi: potrebbe trattarsi di patologie legate al fegato o ai reni!

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE