Articoli Primo Piano Salute

Come alleviare i sintomi dell’allergia a cani e gatti

Da cosa è causata l’allergia a cani e gatti?

L’allergia a cani e gatti è molto comune, nonostante questo gli animali sono ormai parte integrante delle nostre famiglie e per questo tendono a non essere allontanati, piuttosto vengono scelti alcuni rimedi alternativi utili ad alleviare i sintomi dell’allergia. Gli allergeni del cane e del gatto sono prodotti da alcune ghiandole sebacee e salivari, non dal pelo come molti credono. Tuttavia questi allergeni vanno proprio ad accumularsi sulla cute del cane e per questo la forfora può diventare un problema particolarmente difficile: essendo composta da particelle molto piccole che si diffondo molto facilmente nell’aria, disperdendosi e aggravando i sintomi dell’allergia.

Ci sono delle differenze nell’allergia fra cani e gatti?

La differenza fondamentale è che l’allergia felina si manifesta con molta più prepotenza rispetto a quella dei cani, tuttavia il carico “allergico” può variare fra le diverse razze e, normalmente, i cani a pelo lungo risultano meno “allergici” di quelli a pelo corto. Le particelle allergeniche dei cani sono più pesanti di quelle dei gatti, ed ecco perchè si diffondono in modo minore. In generale, una volta che gli allergeni si sono dispersi nell’aria l’allergia può manifestarsi attraverso diversi sintomi come rinite, congiuntivite, asma oppure orticaria.

Come possiamo alleviare i sintomi dell’allergia a cane e gatto?

Come abbiamo detto sopra, l’allontanamento dell’animale domestico ormai non è più considerato un opzione inoltre, anche se allontanato, non è detto che i sintomi allergici spariscano. Gli allergeni possono rimanere nell’ambiente in cui ha vissuto l’animale anche per anni, soprattutto se parliamo di gatti. Ci basti pensare che, secondo alcuni studi condotti qualche anno fa, sono stati rinvenuti delle particelle allergeniche feline persino in Antartide, dove dei gatti non c’è neanche l’ombra: una situazione certamente anomala, causata dalla presenza di un uomo che molti anni prima aveva vissuto in Inghilterra insieme al suo gatto.

In linea generale, gli allergeni si attaccano con facilità ai mobili, le imbottiture e i tessuti. Detto questo, per alleviare i sintomi allergici sarebbe bene limitare i contatti con l’animale in questione, ma come resistere ai nostri amici a quattro zampe?

Prima di tutto è bene eliminare tutti i cuscinoni, i tapperti e le coperte in giro per la casa, per evitare l’accumulo di allergenici sulle superfici della casa. E’ consigliabile lavare con frequenza il propio animale, circa una volta ogni due settimane, ed evitare di dormire insieme al proprio gatto o cane. Per alleviare i sintomi si possono ovviamente utilizzare gli antistaminici, sotto stretta osservazione del proprio medico. Esistono poi delle immunoterapie perfette per i sintomi allergici a cani e gatti: si tratta di una sorta di vaccino che, se protratto per alcuni anni, insegna al proprio sistema immunitario a tollerare la sostanza scatenante dall’allergia. In questo modo i sintomi saranno ridotti in modo significativo o, addirittura, eliminati.

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE