Articoli Primo Piano Salute

Aiuto! Il mio cane perde il pelo!

Cosa fare quando il cane perde il pelo? E’ un problema di salute o soltanto il cambio di stagione? Scopriamolo insieme…

Quando il cane perde il pelo ci chiediamo subito se si tratta di un problema di salute oppure della semplice muta stagionale, per questo prima di tutto dobbiamo specificare che la perdita di pelo nel cane non ha regole ed è del tutto soggettiva. Alcuni cani perdono moltissimi peli per tutto l’anno, soprattutto quelli a pelo corto, altri lo perdono soltanto durante la muta stagionale e altri ancora non lo perdono praticamente mai, come i barboncini e così detti “cani anallergici“.

L’autunno è un periodo cruciale per la perdita del pelo perché il pelo perso viene subito sostituito da quello nuovo, che permetterà al cane di affrontare l’inverno, con un manto più spesso che sarà nuovamente sostituito in primavera. Ma esistono altre cause per cui un cane può perdere il pelo? Eccome, si tratta di alcuni problemi che richiedono una visita dal veterinario e qualche attenzione in più, scopriamoli insieme.

Perchè il mio cane perde il pelo? Scopriamo quali sono le cause…

Se la perdita del pelo è uniforme e non lascia preoccupanti zone scoperte sul corpo del nostro cane non dovremmo preoccuparci: come abbiamo detto nel paragrafo precedente, si tratta di un semplice cambiamento stagionale ed è del tutto naturale. Se il vostro cane perde poi il pelo tutto l’anno e non soltanto durante il cambio di stagione la causa è molto semplice: a causa dei continui sbalzi di temperatura, caldo, freddo, climatizzatore e riscaldamento, la muta perde la classica stagionalità e diventa una sorta di “condizione perenne” che non dovrebbe destarvi alcuna preoccupazione.

Una delle cause più diffuse nella perdita del pelo è quella dell’alopecia: in questo caso la perdita del pelo si manifesta in una zona limitata e non si estende a tutto il corpo del cane. Le cause possono essere le più diverse, da un momento di forte stress ad un problema dermatologico oppure ormonale, persino l’alimentazione può influire su questa condizione! Per questo, per scavare a fondo e trovare la causa, è bene fare alcuni accertamenti dal veterinario.

Altre malattie che causano la perdita del pelo nel cane sono per esempio la dermatite allergica, la tigna o la rogna. La dermatite allergica è per l’appunto una reazione allergica dell’organismo del cane ad un agente esterno e può essere causata anche dalla puntura delle pulci, per questo è bene contrattaccare con una buona cura anti-pulci e rivolgersi al veterinario per evitare di infiammare ulteriormente la cute del proprio Fido.
La tigna è una malattia legata allo sviluppo di un fungo che provoca zone circoscritte di perdita del pelo, in questo caso, il cane tende a non sentire prurito. Ovviamente è sempre consigliato visitare il veterinario: la tigna è una malattia contagiosa e se avete altri animali in casa potrebbe estendersi anche a loro (in alcuni casi, anche se molto rari, può contagiare anche l’uomo).
Infine, la rogna rossa è una malattia causata da un acaro e anche questa non provoca alcun prurito.

Perdita del pelo nel cane: come risolvere il problema

I due metodi principali per combattere la perdita del pelo sono però l’igiene e l’alimentazione. E’ possibile agire con la toelettatura e per questo è importante partire dalle basi: spazzole con setole, simili a quelle umane, con cui dovrete spazzolare il vostro cane ogni giorno. Per i cani con un pelo più sottile invece, sono ideali i cardatori, dotati di minuscole setole metalliche, fitte e cortissime. La spazzola, tuttavia, non basta: per arginare il problema della perdita del pelo dovremmo lavare il cane con regolarità, senza esagerare però, per non incorrere nel problema opposto: lavaggi troppo frequenti possono seccare la pelle del cane e quindi peggiorare la perdita del pelo.

Per quanto riguarda l’alimentazione è bene scegliere una dieta sana, a base di sostanze digeribili e nutrienti semplici da assorbire: la normale pappa del vostro cane può essere migliorata con qualche goccia di olio d’oliva o semi di lino, entrambi ideali per lenire la cute infiammata e ridurre la forfora, grazie all’alto contenuto di omega-3. Da non sottovalutare è anche l’idratazione: assicuriamoci che il cane abbia sempre acqua nella ciotola e sia ben idratato.

 

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE