Articoli Comportamento Primo Piano

Smarrimento del cane: prevenire è meglio che curare!

Cosa fare in caso di smarrimento del proprio cane? Meglio prevenire che curare questo pericoloso inconveniente! Vediamo insieme come fare…

Quando un cane scappa spesso è perché non viene trattato con amore oppure perché non gli è stato insegnato il richiamo. Per i maschi non sterilizzati, inoltre, l’odore di una femmina in calore è irresistibile anche da lontano! Per evitare che accada, impariamo 7 semplici trucchetti che ci semplificheranno la vita, ed eviteranno spiacevoli inconvenienti.

1/ Teniamolo sempre al guinzaglio quando siamo al di fuori delle mura domestiche o all’esterno delle aree cani. Se sfilacciato o masticato, il guinzaglio va sostituito.
2/ Il cane dovrebbe sempre indossare un collare o una pettorina con una medaglietta che riporti il suo nome e il numero di telefono del proprietario.
3/ Assicuriamoci che il cane abbia il microchip e verifichiamo che questo sia leggibile dal veterinario di fiducia.
4/ Occhio alle porte! Alcuni cani sono in grado di precipitarsi con sorprendente velocità attraverso le porte che vengono lasciate aperte. I cani sono molto bravi a imparare dove si trovano tutte le vie di uscita. A volte, per mille motivi, cani adottati scappano dalla loro nuova casa anche dopo diverso tempo.
5/ Occhio ai rumori forti. Molti cani possono spaventarsi quando sentono rumori forti. Un gran numero di cani smarriti si registra durante la festa di Capodanno a causa dei fuochi d’artificio. Anche i temporali rientrano nelle cause di fuga.
6/ Occhio alle recinzioni. Il cancello può essere lasciato aperto inavvertitamente da famigliari, amici…
7/ Non lasciare mai il cane solo in macchina per più di qualche minuto perché potrebbe venire rubato oppure, se piange e si lamenta, qualcuno potrebbe pensare di aiutarlo e aprire l’auto, provocandone la fuga. Lo stesso può accadere se un ladro apre l’auto per rubarla.

Come prevenire lo smarrimento del cane: il collare è importante, ma non dimentichiamo il microchip!

Un collare con medaglietta è ancora il miglior strumento di identificazione per un animale smarrito, migliore anche del microchip perché non serve un lettore specifico per leggere la medaglietta. Va anche detto, però, che a volte un collare non ben fissato o troppo largo può sfilarsi. Per questo molti utilizzano la pettorina per fissare il guinzaglio e lasciano il collare solo per la medaglietta. Ricordiamoci anche che tra il collare e il collo del cane devono passare due dita, altrimenti è troppo stretto. Collari fluorescenti o con colori vivaci possono essere utili per riuscire a vedere più facilmente il cane anche di notte. In ogni caso, anche se la medaglietta è molto utile, un collare può sempre sfilarsi e per questo il microchip che identifica il cane e il proprietario è molto importante, tanto che è da tempo obbligatorio anche per legge. Se il nostro cane ne è sprovvisto, facciamoglielo inserire subito dal veterinario: è una procedure indolore.

Scopri di più e tutti i nostri consigli per cani e gatti smarriti nel nuovo numero di Amici Di Casa, in edicola dal 27 marzo oppure disponibile cliccando qui.

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali