Articoli

Guy, dalla strada alla famiglia reale: la favola del beagle destinato all’eutanasia

Guy, dalla strada alla famiglia reale

Guy è il simpatico Beagle adottato tre anni fa da Meghan Markle, che da oggi entrerà ufficialmente a far parte della Royal Family.

Il cane, trovato disperso tre anni fa in mezzo ai boschi del Kentucky,  era stato messo in lista d’attesa per l’eutanasia, obbligatoria in America per i cani che non trovano adozione; ma a salvarlo è intervenuta un’associazione canadese, “A Dog’s dream rescue“, guidata da Dolores Doherty.
Da questo momento inizia per Guy il viaggio della salvezza: viene trasportato per più di ottocento kilometri fino a raggiungere il territorio canadese.

La permanenza del Beagle nel rifugio canadese dura solo 24 ore: Dolores decide di portarlo a un evento per le adozioni alla periferia di Toronto dove, come racconta Dolores “Stava lì seduto con i suoi grandi occhi tristi, era irresistibile; decine di persone si sono fermate a guardarlo, ma una è rimasta particolarmente colpita: una certa Meghan Markle“. L’attrice all’epoca si trovava proprio a Toronto per le riprese di Suits, la serie tv che l’ha resa famosa.
La volontaria non conosceva l’attrice ma l’importante era salvare Guy e trovare per lui una mamma amorevole: nessuno si aspettava che ben presto Guy sarebbe diventato famoso, con decine di post su Instagram da migliaia di visualizzazioni.

Possiamo proprio dirlo: la favola del beagle destinato all’eutanasia entrato poi nella famiglia reale.
Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali