Articoli

Solo e tranquillo: come insegnare a sopportare qualche ora di solitudine

Solo e tranquillo: purché non si tratti di giornate intere

Il miglior modo per abituare il nostro amico a rimanere in casa da solo consiste nel fargli vivere questa esperienza prima possibile.
Contemporaneamente all’accoglienza in famiglia e all’avvio del nostro rapporto con il cane, è essenziale avviare una routine, entrando e uscendo di casa in modo costante e progressivo.

Abituiamolo pian piano

Svolta la passeggiata e offerta la pappa al nostro amico, attendiamo che il cane si trovi in una condizione di pieno relax psicofisico per poi allontanarci fino a chiudere la porta senza alcuna attenzione vocale. Dobbiamo, infatti, evitare di rassicurarlo circa il nostro immediato ritorno poiché, se così fosse, non faremmo altro che innalzare il possibile disagio.
Rimasti all’esterno per pochi secondi, rientriamo come se nulla fosse, ignorando eventuali “feste” del cane; se riusciremo a ripetere questa esperienza più volte al giorno, aumentando i tempi di allontanamento, saremo in grado di ottenere una risposta di sufficiente indifferenza rispetto alla decisione di allontanarci per un po’.

Raggiunto un esito positivo, possiamo incrementare i tempi di distacco, rimanendo fuori casa per un tempo sempre maggiore. Raggiunta la mezz’ora, sarà molto più semplice allungare ulteriormente i periodi di solitudine, evitando tuttavia di assentarci per un numero eccessivo di ore. Se il cane è ancora cucciolo, naturalmente dobbiamo tenere conto delle sue esigenze “naturali”, poiché in questa fase della vita il cane non riesce a trattenere le necessità fisiologiche per più di tre ore consecutive.

Quando la solitudine diventa troppo pesante

Un cane adulto è in grado di gestire i bisogni per tempi maggiori, ma evitiamo in ogni caso di rimanere lontani per più di sei ore consecutive. Diversi studi sui tempi di separazione, infatti, hanno dimostrato come la maggiore produzione di ormoni dello stress, per esempio il cortisolo, avvenga dopo un certo lasso di tempo, segno che la solitudine inizia a diventare troppo pesante

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali