Articoli Primo Piano

Un’anziana signora legge i libri ai cani randagi per farli sentire meno soli

Un’anziana signora legge i libri ai cani randagi per farli sentire meno soli

Una signora, di cui nessuno conosce il nome, si reca ogni giorno in un centro della Humane Society, una organizzazione per la protezione degli animali: si siede con il suo sgabello di fronte alle gabbie e legge libri ai cani abbandonati i modo che gli stessi si sentano in compagnia e confortati dalle sue parole.

Il gesto non è passato inosservato e gli altri volontari hanno deciso di immortalare la scena con uno scatto che sta facendo il giro del mondo. Nella foto si vede la donna di fronte alla gabbia di un anziano Pitbull di nome Jade, intenta a leggere all’anziano quattrozampe ” Il cucciolo e il biscotto”.

Il gesto della donna ha commosso molte persone che hanno deciso di seguire il suo esempio; è risaputo infatti che parlare ad alta voce ai nostri amici pelosi può lenire le loro sofferenze, fare in modo che si sentano meno soli e instaurare con loro un rapporto di fiducia e amore profondo. I cani dei canili, spesso lasciati in questi luoghi desolati, in fredde celle grigie non hanno modo di interagire con gli umani, non hanno modo di osservare il mondo, non hanno la possibilità di correre felici in un prato e dormire poi su un comodo divano…

Ecco che allora il gesto della signora, che vuole rimanere anonima, ci fa capire che ci sono tanti modi per aiutare gli animali, e che spesso quello che per noi è solamente un di più, per loro è fondamentale, ciò che permette loro di svegliarsi al mattino e di affrontare nel miglior modo possibile una lunga giornata dietro le sbarre di un grigio e freddo box… 

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali