cani che fiutano tumori
News

A Parigi si investe sui cani che fiutano tumori

L’ultima notizia sui cani che fiutano tumori arriva da Figaro, il celebre quotidiano francese. L’Istituto Curie e la Scuola superiore di fisica e chimica industriale di Parigi (Espci) hanno avviato una raccolta fondi per arrivare alla cifra di 80.000 euro, necessaria per l’acquisto di due cani che sarebbero in grado di percepire l’odore delle cellule tumorali, rendendo ancora più rapido e semplice il test diagnostico.

Il progetto è stato chiamato Kdog e a promuoverlo è stata soprattutto Isabelle Fromantin, infermiera delle équipe di anatomopatologia e chirurgia dell’Istituto Curie. Negli ultimi mesi si è molto parlato della possibilità di utilizzare il formidabile olfatto dei cani per la prevenzione delle malattie, soprattutto i tumori, ma attualmente non è ancora stata dimostrata scientificamente questa capacità. Il progetto Kdog ha quindi l’obiettivo di stabilire con certezza se questa pratica è affidabile.

L’utilizzo dei cani che fiutano tumori sarebbe un’innovazione fondamentale soprattutto per i Paesi meno avanzati, che non dispongono delle attrezzature necessarie per questo genere di analisi preventiva. Inoltre, i tempi e i costi verrebbero drasticamente ridotti, rendendo molto più facile individuare in tempo utile la malattia.

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE