News

Animali come familiari: la sentenza

Una sentenza ha sancito il riconoscimento degli animali come membri della famiglia

«Un significativo passo in avanti che prende atto di come gli animali non tenuti a fini di lucro o di produzione sono a tutti gli effetti componenti della famiglia», così Gianluca Felicetti, presidente della Lav, ha definito la sentenza con cui una dipendente pubblica di un’università romana si è vista riconoscere un permesso retribuito di due giorni di assenza per poter curare il proprio cane. Il quattrozampe, infatti, necessitava  di un intervento medico veterinario urgente e la donna, single, non avrebbe avuto altra alternativa se non quella di chiedere un permesso di lavoro per potersi prendere cura di lui. Diritto che inizialmente le è stato negato e che solo in un secondo momento, grazie al supporto tecnico-giuridico offerto dalla Lav, le è stato riconosciuto. Felicetti si augura che questa storica sentenza, che equipara un animale d’affezione a qualsiasi altro componente del nucleo familiare, possa aiutare quanti dovessero trovarsi nella stessa situazione, in attesa di «un’organica riforma del Codice Civile che speriamo il prossimo Governo e il prossimo Parlamento avranno il coraggio di fare, approvando la nostra proposta di Legge ferma dal 2008». Leggi di più, cliccando qui!

Nel nuovo numero de Il Mio Cane, in edicola dal 15 novembre potrete leggere questa ed altre notizie di attualità!

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE