News

Il cane malato di cancro che ha ispirato la sua nuova famiglia

La storia di Kaylee: una cagnolina anziana con un cancro terminale, che ha vinto 35.000 dollari e ispirato la sua nuova famiglia a sfruttare la vita al massimo delle sue possibilità…

Questa storia inizia con una bambina di nome Raven, che un giorno disse a sua madre di voler adottare un cane anziano, “Perchè nessun cane dovrebbe mai morire da solo in un rifugio“. Melissa Davis, la mamma, decise immediatamente di dirigersi in un rifugio per adottare un cane ed esaudire i desideri di Raven: lì, trovarono Kaylee, un cane di 11 anni affetto da molti e gravi problemi di salute.

Due settimane dopo, tuttavia, la nuova famiglia di Kaylee scoprì che, oltre ai consueti problemi di salute, il cane era affetto anche da un cancro terminale: secondo le stime dei veterinari, gli sarebbero rimasti soltanto due mesi. Per questa ragione, la famiglia Davis non ha esitato e ha deciso che avrebbe dato a Kaylee la miglior vita possibile in quelle poche settimane, creando un elenco di avventure. Nella lista, oltre a “Trovare una casa per sempre” (desiderio perfettamente esaudito), comparivano anche cose come festeggiare il compleanno, fare colazione a letto, farsi fare un massaggio o correre sulla spiaggia…

Mentre Kaylee viveva oltre la prognosi veterinaria, godendosi ogni momento insieme alla sua famiglia, le spese mediche iniziarono ad accumularsi, diventando un vero e proprio macigno sulle finanze della famiglia Davis, tanto che i bambini decisero di donare i loro risparmi per andare a visitare Disney World a favore della salute del cane. Così, la storia di Kaylee ha iniziato a fare il giro del mondo attirando l’attenzione della Petco Foundation e portandola a vincere il premio People’s Choice Award, in cui tutta la nazione ha avuto la possibilità di votare la sua storia preferita: per un totale di 35.000 dollari.

Mellisa Davis, grata del supporto ricevuto dai media e dall’affetto ricevuto, ha così deciso di donare oltre 25.000 dollari a favore di altri fondi che contribuiranno a salvare molte vite, sia umane che quella di Kaylee. “Pensavamo di salvare Kaylee quel giorno” ha raccontato la donna “Ma a quanto pare, era lei che ci stava salvando: non avevamo capito cosa ci mancasse finché non è arrivata nelle nostre vite.

Commenta via Facebook

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE