News Primo Piano

Bufera sulla Delta Air Lines: cane chiuso in stiva muore

Cane chiuso nella stiva muore durante il volo della compagnia Delta Air Lines

Un nuovo caso di un cane morto durante una traversata aerea:  Alejandro, un cane di razza pomerania di otto anni, è stato trovato senza vita nella stiva dell’aereo della compagnia Delta Air Lines in volo da Phoenix a Newark.
Il corpo senza vita del povero animale è stato scoperto durante lo scalo a Detroit: “C’era una fermata a Detroit alle 6 del mattino, Alejandro è stato controllato ed era vivo. Poi tra le 8 e le 8:30 è stato controllato di nuovo ed era morto È come se fosse morto un loro familiare. Dire che sono arrabbiati è un eufemismo grossolano”. Con queste parole l’avvocato Evan Oshan, difensore di Michael Dellegrazie, il proprietario del cane, ha spiegato quanto accaduto.

Dal canto suo la Delta Air Lines ha chiesto a un veterinario di stabilire le cause del decesso “Sappiamo che gli animali domestici sono membri importanti della famiglia e siamo concentrati sempre sul benessere di tutti quelli che trasportiamo. La compagnia sta conducendo un’approfondita revisione della situazione per garantire che ciò non accada di nuovo

Non si tratta di un caso isolato: nel marzo di quest’anno, su un volo United Airlines, un cucciolo di dieci mesi è morto dopo che un inserviente ha costretto i proprietari a metterlo in un cestino sopra la testa.
In un’altra occasione, un pastore tedesco di dieci anni Irgo è stato portato in Giappone quando avrebbe dovuto finire in Kansas: il cane si è riunito con la sua famiglia due giorni dopo.  

Nel 2017 le compagnie aeree statunitensi hanno trasportato mezzo milione di cani: ventiquattro sono morti, quindici sono rimasti feriti e uno è stato perso.

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali