News Primo Piano

La Delta Air Lines mette al bando i pitbull dai propri aerei: è polemica

La Delta Air Lines mette al bando i pitbull dai propri aerei

La Delta Air Lines bandisce dai propri aeromobili i Pitbull come cani di servizio. Ricordiamo infatti che la Compagnia permette di portare a bordo dell’aeromobile i cani che fungono da supporto e assistenza ai padroni.
La compagnia aerea ha modificato le proprie regole circa il trasporto di animali a seguito della “crescente preoccupazione per la sicurezza, in seguito ai recenti incidenti che hanno visto alcuni dipendenti venir morsi“.  Secondo quanto dichiarato dal vettore, infatti, dal 2016, sono aumentati i casi di incidenti legati a animali di servizio: nel giugno dello scorso anno due assistenti sono stati attaccati da un cane che svolgeva il ruolo di supporto emotivo al proprietario.  “Ignorare il vero significato delle regole riguardanti gli animali da servizio può diventare un disservizio per gli altri clienti che hanno reali bisogni”

Sul punto è intervenuto Matt Breshadker, CEO della American Society for the Prevention of Cruelty to Animals, il quale ha dichiarato che tale modifica e le dichiarazioni rilasciate dalla Delta, rischia di diffondere falsi stereotipi che mettono in pericolo la vita dei Pitbull: ricordiamo infatti che il Pitbull non è una razza in sé pericolosa ma che “ogni cane all’interno di una razza è unico e influenzato dalla socializzazione, dallo sviluppo, dall’addestramento e dall’ambiente“.

Anche Abby Volin, presidente di Opening Doors, società di consulenza specializzata in polizze per animali domestici, ha voluto precisare che la scelta di Delta Air Lines va contro i principi  dell’Americans with Disabilities Act che, anche pur non riguardando nello specifico le compagnie aeree, stabilisce che i cani di servizio non possono essere discriminati in base alla razza.
E difatti, il divieto di utilizzare i pitbull come cani di servizio sarebbe come limitare un cieco a utilizzare esclusivamente una determinata razza come cane di supporto e tale divieto inoltre potrebbe suggerire che altri cani non rappresentino un pericolo.
La scelta di Delta Air Lines è “arbitraria e non ha alcun impatto sulla sicurezza pubblica. I Pit Bull non sono più pericolosi di qualsiasi altro tipo di cane, dato che la razza non è una misura dell’aggressività di un cane“. Conclude 

 

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali