News Primo Piano

Aiutare un cane abbandonato: i consigli dell’Aidaa

I consigli dell’Aidaa per quando si trova un cane abbandonato

L’abbandono degli animali è una piaga che durante il periodo estivo diventa ancor più preoccupante.
Nonostante ci stia stato un seppur minimo ridimensionamento del fenomeno grazie sopratutto all’azione degli animalisti e alle campagne di sensibilizzazione per la sterilizzazione e l’applicazione del chip, l’abbandono di cani e gatti, non è ancora un problema del tutto debellato. Per questa ragione, l’associazione Aidaa ha voluto fornire un vademecum contenente utili istruzioni per aiutare un cane abbandonato.

I consigli

  • Siate gentili: l’animale che avete di fronte sarà certamente spaventato. Cercate quindi di avere un atteggiamento calmo e gentile, avvicinatelo usando dei biscottini per cani, e metteteli per terra in modo da far avvicinare l’animale.
  • Se il cane ha un collare, prendetelo al guinzaglio sempre con la massima gentilezza, e fatevi seguire, magari usando anche questa volta qualche premietto. Non tiratelo e non costringetelo, perché così non fareste altro che innervosirlo.
  • Non andate incontro al cane in modo frontale, ma fate una semicurva, quindi accucciatevi (in modo da assumere una posizione amichevole) e non guardatelo fisso negli occhi. Tenete la testa leggermente girata e non frontale. Quindi, se non dovesse avere un collare, cercate di mettergliene uno, sempre con la massima gentilezza.
  • Fate movimenti lenti e non frettolosi, non fate dei movimenti di scatto, non alzate mai le braccia e le mani e non cercate di toccare la testa dell’animale.
  • Controllate che l’animale non sia ferito, e se così fosse, lavate le ferite con dell’acqua tiepida e disinfettatele con il betadine. A questo punto contattate un veterinario per chiedere maggiori consigli in base alla situazione specifica dell’animale.
  • Se il cane dovesse mostrarsi aggressivo, ricordate che il suo comportamento potrebbe essere causato dalla paura, quindi non avvicinatevi se non siete certi di come sia meglio agire, ma chiedete aiuto a persone più competenti.

Fonte http://aidaa-animaliambiente.blogspot.com/

 

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali