News Primo Piano

Arriva l’estate: attenti al caldo!

Attenti al caldo!

Lingua penzoloni e aria stanca e apatica, il cane nei mesi più caldi dell’anno appare proprio così. I nostri amici, infatti, non potendo sudare come noi, faticano a mantenere la temperatura corporea costante. I più a rischio sono i “brachicefali”, cioè quelli con il muso più corto come il Carlino, i soggetti anziani o i cuccioli. Per scongiurare pericolosi colpi di calore non lasciateli mai chiusi in auto sotto al sole o in un giardino senza ombra e, soprattutto, senza una costante scorta di acqua fresca. In caso si dimostrino surriscaldati rinfrescateli subito con impacchi freddi o dategli molta acqua da bere. 

Passeggiare sì, ma con prudenza 

Cercate di non portare mai Fido a passeggio nelle ore più calde e sotto il sole oppure la sera in aree brulicanti di insetti mordaci. Considerate che potrà essere più stanco e non costringetelo a maratone forzate. Portate sempre dell’acqua e, se andate per prati e boschi, fate attenzione alle spighette forasacco che possono infilarsi in occhi, naso, orecchie e spesso sono rimovibili solo dal veterinario

Lotta ai parassiti

Affinché l’estate non si riveli un vero incubo per Fido è necessario proteggerlo dai parassiti che, da primavera, vanno in cerca di un ospite. Fatevi consigliare dal veterinario sul tipo di precauzione più adatta al vostro cane e assicuratevi di continuare il trattamento secondo le modalità e i tempi indicati per ogni prodotto. Zecche e pulci a parte, ricordatevi che alcune malattie come la filariosi, trasmessa dalle zanzare, sono molto pericolose per il cane 

In viaggio sereno

Se partono per le vacanze insieme a noi, ricordiamoci che possono viaggiare in auto a patto di non causare impedimento o intralcio per chi guida. Nei tragitti in macchina, quindi, glianimali vanno alloggiati in idonei trasportini o vincolati con speciali cinture di sicurezza oppure, ancora, posizionati nel vano posteriore, separati da quello anteriore da un mezzo di sbarramento efficace. 

Dove lo metto?

Sebbene le spiagge e le strutture in cui è consentito l’accesso ai cani siano in costante aumento, non sempre è possibile portare il nostro peloso con noi. In questo caso si può affidare l’animale a una persona di fiducia oppure trovare una pensione specializzata. Assicuratevi però che la struttura sia “a regola d’arte”, pulita e priva di pericoli, e che il personale sia qualificato e gentile. Lasciate a Fido qualche cosa di vostro in modo che possa sentire il vostro odore rassicurante

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali