Razze

Lhasa Apso

Cane dei monaci tibetani, oggi è un piacevole cane da compagnia.

Cosa fa meglio

Cane da compagnia con attitudine alla guardia come avvisatore.

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo.

Cuccioli

Intelligente e indipendente, il Lhasa Apso ha sin da cucciolo una sua personalità che va rispettata. E’ un compagno ideale per le persone anziane, che tratta con dolcezza e affetto. Per i bambini è un compagno di giochi divertente e scatenato, ma sarà lui a decidere quando è il momento di smettere. Tra i lati del carattere ai quali bisognerà fare un po’ di attenzione ci sono l’ostinazione e una certa possessività. Dobbiamo quindi aiutarli sin da cucciolo a socializzare con altri cani e ad accettare di “condividere” le attenzioni del padrone. Va educato con molta dolcezza ma anche con grande fermezza, perché altrimenti tende a imporsi.
Come con tutte le razze, anche le più dolci e minute, è consigliabile fare con il cucciolo un corso di educazione di base, per imparare a comunicare al meglio ed evitare che si instaurino abitudini sbagliate.

Caratteristiche

  • Taglia: Piccola
  • Pelo: Lungo
  • Colori: Dorato, sabbia, miele, grigio scuro, ardesia, fumo, pluricolore, nero, bianco o marrone.
  • Costo nutrizione: Basso
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Poco

Origine

Il Lhasa Apso (nome che significa “cane dal pelo lungo della città di Lhassa”) ha origini antichissime. E’ stato ottenuto con molta probabilità dall’incrocio tra i progenitori del Tibetan Spaniel e quelli del Tibetan Terrier. La posizione del Tibet, che lo ha reso per millenni difficilissimo da raggiungere, ha permesso alla razza di conservarsi in purezza e di evolversi nella forma che noi conosciamo e che è da secoli invariata.Nella società tibetana era trattato come un vero gioiello sacro e non si poteva vendere o comprare. Il suo unico incarico era  di fare la guardia alla proprietà con il suo acuto udito e abbaiare con la sua caratteristica e potente voce per svegliare i mastini che dovevano poi intervenire e che, per eccessiva sicurezza nelle proprie possibilità, spesso erano meno vigili. Un antico proverbio tibetano dice: “Con un Lhasa in casa e un mastino in giardino la proprietà è sicura”. In Occidente l’allevamento iniziò solo nel 1921 ma oggi sono ben diffusi sia negli USA sia in Europa e in Italia sono molto ben allevati.

Carattere

Il Lhasa Apso è un cane di grande bellezza, con movimenti dignitosi ed eleganti che hanno una grazia quasi felina. Dotato di grande intelligenza, apprende rapidamente a eseguire gli ordini che gli vengono impartiti, sempre che a darli sia una persona che lui riconosce come suo superiore nella scala gerarchica della famiglia. E’ un eccezionale osservatore e nulla di quello che accade in casa sfugge alla sua attenzione, anche se pare stia sonnecchiando. Questa caratteristica unita a un comportamento sempre vigile e ai sensi molto sviluppati, che gli fanno percepire immediatamente il minimo rumore, lo rende un eccellente cane da guardia. Coraggioso e deciso, avvisa con un abbaiare furioso e una voce potente e squillante dell’avvicinarsi di qualche sconosciuto. Il Lhasa Apso si considera a tutti gli effetti un membro della famiglia e partecipa con interesse a tutti gli avvenimenti domestici. Non è però appiccicoso e petulante; e tanto meno sottomesso e dipendente, anzi, si tratta di un cane indipendente, che detesta essere trattato come un giocattolo ma vuole venire rispettato da tutti, anche da chi si è scelto come padrone. Ama giocare anche in età avanzata e l’attività ludica gli fa bene alla salute, anche perché spesso ha un buon appetito e tende a ingrassare. Può convivere con cani dal carattere equilibrato come il suo, meglio se essi sono entrati in famiglia assieme a lui. Accetta senza problemi anche altri animali come i gatti.

Dovremo nutrirli con un’alimentazione sana ed equilibrata. L’ideale sono i cibi studiati per la razza o la taglia, somministrati in quantità proporzionale allo stile di vita del cane (più è sedentario, più dovremo tener leggera la sua dieta). Da evitare assolutamente bocconcini dalla nostra tavola e possibilmente i cibi fatti in casa. È molto importante che il cane abbia un’alimentazione adatta alla sua età oltre che al suo stile di vita. Un cucciolo infatti ha bisogno di un nutrimento diverso da quello di un adulto, che a sua volta ha esigenze differenti da quelle di un cane anziano. Non diamo se possibile da mangiare al cane in un’unica soluzione ma suddividiamo la sua razione giornaliera (che va stabilita con il veterinario in modo da evitare problemi di peso) in almeno due pasti al giorno o meglio ancora tre. Il cibo andrebbe somministrato a orari regolari, uguali tutti i giorni. Il nostro cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca nella ciotola, in particolare nella stagione calda ma anche durante l’inverno. Il peso va tenuto sotto controllo regolarmente. Quando spazzoliamo e accarezziamo il nostro cane verifichiamo che la pancia non sia troppo grossa e che si sentano le costole palpandola. Se il nostro amico ci sembra soprappeso, non esitiamo a portarlo dal veterinario e a decidere con lui una strategia alimentare e un regime di moto che gli permettano di riconquistare il giusto peso. Essere troppo pesante è infatti un rischio per il cane, non solo dal punto di vista della salute ma anche da quello del carattere, perché lo porta ad avere una vita meno attiva e stimolante.
Il Lhasa Apso è di struttura molto robusta e non si ammala facilmente. Solo gli occhi possono essere un po’ delicati e vanno controllati e puliti con cura. Quotidianamente va anche spazzolato lo splendido mantello e barba e baffi devono essere puliti dopo ogni pasto. Cerchiamo di mantenere una buona igiene orale e facciamo dei controlli regolari per evitare la formazione di tartaro. Come per tutte le razze sono fondamentali le vaccinazioni annuali, oltre a regolari protezioni antiparassitarie (anche i cani che vivono in un ambiente pulito e casalingo possono essere attaccati dai parassiti!) e contro la Filariosi Cardio Polmonare.
Nome originale:
Lhasa Apso
Nazione:
Tibet
Altezza garrese Maschio max:

Altezza garrese Maschio min:

Altezza garrese Femmina max:

Altezza garrese Femmina min:

Peso Maschio max:

Peso Maschio min:

Peso Femmina max:

Peso Femmina min:

Club Razza:
Club Cani da Compagnia
Mantello:
Pelo di copertura lungo, pesante, diritto, duro, né serico né lanoso. Sottopelo di consistenza moderata.
Coda:
Inserita alta, portata sopra il dorso ma non ad uncino. Spesso ha un nodo all’estremità. Ben frangiata.
Caratteristiche:
Ben proporzionato, robusto, con un abbondante mantello.
Standard:

Ben proporzionato, robusto, con un abbondante mantello

COMPORTAMENTO – CARATTERE:

Allegro e deciso. Sveglio, serio ma talvolta riservato con gli estranei.

TESTA pelo abbondante che ricade sugli occhi; buoni baffi e barba.

Cranio moderatamente stretto, con caduta dietro gli occhi, non del tutto piatto ma non bombato o a forma di mela.

Stop medio

Tartufo nero

Muso circa 4 cm, ma non quadrato; la lunghezza dalla punta del tartufo circa un terzo della lunghezza totale dal tartufo all’occipite.

Fronte diritta

Mascelle/Denti forbice rovesciata, cioè gli incisivi inferiori strettamente sovrapposti agli incisivi superiori. Gli incisivi il più possibile su di una linea ampia e diritta. Si desidera una dentatura completa

Occhi scuri. Di media misura, piazzati frontalmente, ovali, né larghi né pieni, né piccoli e infossati. Non si deve vedere il bianco né in basso né in alto.

Orecchi pendenti, con abbondanti frange

COLLO forte e ben arcuato

CORPO la lunghezza dalla punta della spalla a quella della natica è maggiore dell’altezza al garrese. Proporzionato e compatto

Dorso linea dorsale orizzontale

Rene forte

Torace costole che si estendono bene all’indietro.

CODA inserita alta, portata sopra il dorso ma non ad uncino. Spesso ha un nodo all’estremità. Ben frangiata.

ARTI

ANTERIORI diritti, abbondantemente ricoperti di pelo Spalle ben oblique

POSTERIORI ben sviluppati con buoni muscoli. Buone angolazioni. Ricoperti abbondantemente di pelo

Metatarsi se visti da dietro, paralleli e non troppo ravvicinati.

PIEDI rotondi, da gatto, con cuscinetti fermi. Ben ricoperti di pelo.

ANDATURA libera e briosa (spavalda)

MANTELLO

PELO pelo di copertura lungo, pesante, diritto, duro, non lanoso né serico. Moderato sottopelo

COLORE tutti ugualmente accettabili: dorato, sabbia, miele, grigio scuro, ardesia, fumo, pluricolore, nero, bianco o marrone.

TAGLIA

Altezza ideale al garrese: Maschi 25,4 cm

Femmine: un po’ meno

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE