Razze

Yorkshire Terrier

Simpatico e delizioso da vedere, lo Yorkshire non è soltanto un bel cagnolino da compagnia. In lui troviamo la tempra, la vivacità e la determinazione che lo hanno reso in passato un apprezzato lavoratore che cacciava piccoli roditori

Cosa fa meglio

Ottimo cane da compagnia, allegro e pieno di vita.

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo.

Cuccioli

La sua intelligenza e la forza del suo carattere richiedono una buona educazione sin da quando è cucciolo o le sue esigenze finiranno per contare più delle nostre. Non dobbiamo farci ingannare dalle piccole dimensioni e dall’aspetto tenero e buffo di questo cagnolino che sembra quasi un giocattolo. Lo Yorkshire è un cane affettivamente esigente e dal padrone vuole attenzione ed affetto. Orgoglioso e determinato, è comunque abbastanza obbediente al padrone, soprattutto se si saprà impostare un rapporto fatto di amicizia e complicità. Quando lo Yorkie è cucciolo, ricordiamoci di portarlo a fare tante belle passeggiate, che avranno anche lo scopo di far ben socializzare il cane con gli estranei e con gli altri cani, in modo da farlo diventare più socievole. Se ci è possibile, facciamo anche un corso di educazione cinofila, consigliato per tutte le razze per poter comunicare al meglio.

Caratteristiche

  • Taglia: Piccola
  • Pelo: Lungo
  • Colori: Blu acciaio scuro dall’occipite all’attaccatura della coda. Marrone rossiccio vivo sul petto.
  • Costo nutrizione: Basso
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Normale

Origine

Le caratteristiche attuali dello Yorkie risalgono circa alla metà del XIX secolo. Pare che verso il 1870 alcuni operai lanieri della Scozia si siano trasferiti nei pressi della città di Leeds, vicino al fiume Aire nella contea di York. In questa zona aveva già visto i natali l’Airedale: un Terrier di mole notevole e molto versatile. Alcuni ritengono addirittura che Yorkshire e Airedale abbiano delle origini comuni, forse perché entrambe le razze hanno il mantello di colore nero alla nascita, per poi cambiare tinta. I già presenti Broken Haired, una varietà di terrier ormai estinta, vennero incrociati con i cani portati dagli operai scozzesi. Fu così ottenuto un cane chiamato Broken Haired Scotch, dal pelo abbastanza lungo, grande cacciatore di topi. Di taglia leggermente superiore a quella dello Yorkie, il Broken Haired Scotch divenne il compagno fedele di operai lanieri, mugnai e minatori che se ne servivano per cacciare i ratti. In questo terrier sembra sia stato immesso anche sangue di Maltese e di Bichon. Capostipite della razza è considerato Huddersfield Ben, nato nel 1865 e dotato dalle caratteristiche fissate poi dagli allevatori. La razza fu riconosciuta dal Kennel Club inglese nel 1886 e nel 1898 venne redatto lo standard dettagliato.

Carattere

La grande intelligenza e la notevole sensibilità permettono allo Yorkie di comprendere lo stato d’animo del padrone e con lui non sarà facile “barare” o avere comportamenti contraddittori e furbeschi; meglio essere sempre sinceri e leali come lo è lui. Un altro aspetto che il padrone deve considerare è la gelosia, che in alcuni esemplari è spiccata. Facciamo quindi attenzione che non soffra delle nostre attenzioni nei confronti delle altre persone e soprattutto degli altri animali. Va infatti ricordato che lo Yorkie tende ad attaccarsi in modo particolare a una sola persona della famiglia che, pur amando intensamente anche tutti gli altri membri del gruppo, considererà sempre la sua prediletta e vorrà tenere il più possibile per sé. Con tutte le persone di casa è molto affettuoso e dolce, mentre con gli estranei a volte è piuttosto diffidente e solo dopo averli conosciuti bene concede maggiore confidenza. Lo Yorkshire Terrier, oltre a essere un attento osservatore di tutto quello che accade attorno a lui, è dotato di olfatto e udito finissimi, e per questo è un eccellente guardiano che avvisa abbaiando ogni volta che sente un rumore sospetto. Il grande coraggio del quale è dotato lo porta anche a voler intervenire per difendere il suo padrone da un eventuale intruso. Ricordiamoci, infine, che ha bisogno di moto e attività: non gli serve solo a mantenere tonica la muscolatura ma anche a scaricare la sua notevole energia e per consumare naturalmente le unghie che altrimenti andranno sorvegliate e tagliate quando troppo lunghe. Attenzione a usare il guinzaglio però, perché in genere ha ancora un buon instinto di caccia.

Gli Yorkshire Terrier hanno bisogno di un’alimentazione sana ed equilibrata. L’ideale sono i cibi studiati per la razza o la taglia, somministrati in quantità proporzionale allo stile di vita del cane (più è sedentario, più dovremo tener leggera la sua dieta). È molto importante che il cane abbia un’alimentazione adatta alla sua età oltre che al suo stile di vita. Un cucciolo infatti ha bisogno di un nutrimento diverso da quello di un adulto, che a sua volta ha esigenze differenti da quelle di un cane anziano. Non diamo se possibile da mangiare al cane in un’unica soluzione ma suddividiamo la sua razione giornaliera (che va stabilita con il veterinario in modo da evitare problemi di peso) in almeno due pasti al giorno o meglio ancora tre. Il cibo andrebbe somministrato a orari regolari, uguali tutti i giorni. Il nostro cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca nella ciotola, in particolare nella stagione calda ma anche durante l’inverno. Il peso va tenuto sotto controllo regolarmente. Quando spazzoliamo e accarezziamo il nostro cane verifichiamo che la pancia non sia troppo grossa e che si sentano le costole palpandola. Se il nostro amico ci sembra soprappeso, non esitiamo a portarlo dal veterinario e a decidere con lui una strategia alimentare e un regime di moto che gli permettano di riconquistare il giusto peso. Essere troppo pesante è infatti un rischio per il cane, non solo dal punto di vista della salute ma anche da quello del carattere, perché lo porta ad avere una vita meno attiva e stimolante.
Lo Yorkie è un cane robusto, di buona salute e longevo. Il mantello va curato sia che il soggetto vada in esposizione, sia che faccia solo compagnia al padrone. In primo luogo il lungo pelo che ricopre il cranio deve essere tenuto raccolto in modo che non copra gli occhi che potrebbero altrimenti irritarsi. Questa è la vera funzione dei fiocchetti che vediamo spesso sugli Yorkie. Poiché in un buon soggetto adulto il pelo continua a crescere raggiungendo il terreno, se necessario dovrà essere periodicamente regolato. Toelettarlo è necessario solo se vogliamo portarlo in esposizione, altrimenti anche un aspetto più rustico naturale è apprezzato da molti amatori. Il mantello va spazzolato tutti i giorni per rimuovere il pelo morto e mantenerlo pulito. Cerchiamo di mantenere una buona igiene orale e facciamo dei controlli regolari per evitare la formazione di tartaro. Come per tutte le razze sono fondamentali le vaccinazioni annuali, oltre a regolari protezioni antiparassitarie (anche i cani che vivono in un ambiente pulito e casalingo possono essere attaccati dai parassiti!) e contro la Filariosi Cardio Polmonare.
Nome originale:
Yorkshire Terrier
Nazione:
Gran Bretagna
Altezza garrese Maschio max:

Altezza garrese Maschio min:

Altezza garrese Femmina max:

Altezza garrese Femmina min:

Peso Maschio max:
3.1
Peso Maschio min:

Peso Femmina max:
3.1
Peso Femmina min:

Club Razza:
Società Amatori Yorkshire Terrier
Mantello:
Sul corpo il pelo è di lunghezza moderata, perfettamente liscio (non ondulato), lucido. Al tatto risulta sottile e setoso, non lanoso. Sulla testa il pelo è più lungo, di un colore rossiccio dorato intenso, più pieno ai lati della testa, alla base delle orecchie e sul muso, dove il pelo deve essere molto lungo.
Coda:
Coperta di pelo abbondante, di un blu più scuro che sul resto del corpo, soprattutto sulla punta, è portata un po’ più alta della linea del dorso, il più dritta possibile.
Caratteristiche:
Cane con pelo lungo che ricade perfettamente diritto lungo i lati del corpo. Il mantello è diviso da una scriminatura che va dal tartufo alla punta della coda e il pelo ha la stessa lunghezza da entrambi i lati. Lo Yorkshire Terrier ha una corporatura molto compatta e un portamento eretto che gli dà un aspetto molto dignitoso.
Standard:

Aspetto generale: cane con pelo lungo che ricade perfettamente diritto lungo i lati del corpo. Il mantello è diviso da una scriminatura che va dal tartufo alla punta della coda e il pelo ha la stessa lunghezza da entrambi i lati. Lo Yorkshire Terrier ha una corporatura molto compatta e un portamento eretto che gli dà un aspetto molto dignitoso.

Temperamento: è un Terrier attivo e intelligente, con un carattere brioso ed equilibrato.

Testa: Cranio: piuttosto piccolo e piatto, non troppo prominente né troppo arrotondato.

Tartufo: nero.

Muso: non troppo allungato.

Mascelle: la superiore e inferiore (mandibola) hanno la stessa lunghezza.

Dentatura: regolare e completa, con chiusura a forbice perfetta.

La faccia anteriore degli incisivi inferiori combacia cioè con la faccia interna degli incisivi superiori e i denti si allineano in modo regolare.

Occhi: di media dimensione, scuri, con un’espressione vivace e intelligente.

Sono posti in modo da guardare in avanti e non devono essere sporgenti. Le rime palpebrali, cioè i bordi delle palpebre, devono essere scure.

Orecchie: piccole e a forma di V, non devono essere troppo distanti l’una dall’altra. Coperte da pelo corto hanno un colore rossiccio. Sono portate erette.

Tronco: Collo: piuttosto lungo.

Corpo: compatto. Dorso: diritto, largo.

Rene: ben sostenuto.

Costole: moderatamente arcuate.

Coda: può essere tagliata o integra.

Tagliata: a metà lunghezza, coperta di pelo abbondante, di un blu più scuro che sul resto del corpo, soprattutto sulla punta.

è portata un po’ più alta della linea del dorso.

Integra: coperta di pelo abbondante, di un blu più scuro che sul resto del corpo, soprattutto sulla punta, è portata un po’ più alta della linea del dorso, il più dritta possibile.

Arti anteriori: dritti, ben coperti di pelo rossiccio dorato dal colore intenso che risulta leggermente più chiaro all’estremità che alla radice e che non si estende oltre il gomito.

Spalle: ben oblique.

Arti posteriori: perfettamente dritti quando sono visti da dietro, di profilo risultano moderatamente angolati.

Sono ben coperti di pelo rossiccio dorato di colore intenso, leggermente più chiaro all’estremità che alla radice e che non si estende oltre la grassella.

Piedi: rotondi, con le unghie nere.

Mantello: sul corpo il pelo è di lunghezza moderata, perfettamente liscio (non ondulato), lucido.

Al tatto risulta sottile e setoso, non lanoso.

Sulla testa il pelo è più lungo, di un colore rossiccio dorato intenso, più pieno ai lati della testa, alla base delle orecchie e sul muso, dove il pelo deve essere molto lungo. Il colore rossiccio della testa non deve estendersi sul collo.

Nessun pelo scuro o carbonato deve mischiarsi al pelo rossiccio.

Colore: blu acciaio scuro (non blu argentato) che si estende dall’occipite all’attaccatura della coda, mai mescolato a peli rossicci, scuri o color bronzo.

Sul petto il pelo è di un rossiccio intenso e brillante.

L’intensità del colore di tutti i peli rossicci va sfumando dalla radice (dove è più intenso) all’estremità, dove è più chiaro.

Peso: il peso può raggiungere 3,1 chilogrammi (7 libbre inglesi).

Andatura: sciolta, con una buona spinta. Quando il cane è in movimento gli arti anteriori e posteriori sono paralleli.

In movimento la linea dorsale viene mantenuta ben dritta.

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE