Razze

Mastiff

Vanto della cinofilia inglese, il Mastiff rappresenta il prototipo del molosso di taglia grande e gigante, che unisce l’equlibrio tipico dei migliori molossi con la forza data dalla sua stazza.

Cosa fa meglio

La sua mole ne fa un cane perlopiu’ da guardia.

Malattie frequenti

Può andare soggetto a displasia dell’anca e del gomito.

Cuccioli

Oltre ai consigli, validi un po’ per tutte le razze, di curare in modo particolare la socializzazione con altri cani e persone estranee alla cerchia familiare, nel caso del Mastiff – in quanto cane di taglia gigante – occorrerà più che mai prestare attenzione a non forzare il suo apparato muscolo-scheletrico nei primi mesi di vita. Attenzione dunque a non farlo saltare, magari giù dal baule della macchina, e alle scale di casa. Evitare poi sforzi prolungati, almeno fino al primo anno di vita.

Caratteristiche

  • Taglia: Gigante
  • Pelo: Corto
  • Colori: Fulvo-albicocca, fulvo-argentato, fulvo, fulvo-tigrato scuro.
  • Costo nutrizione: Alto
  • Adatto ai bambini: Molto
  • Adatto allo sport: Poco

Origine

Secondo lo studioso Hilheimer discenderebbe dal Canis familiaris inostranzewi, successore diretto, a sua volta, del lupo nordico della Svezia. Atri come Tschudy e Keller pensano invece che derivi dall’antico mastino dell’Asia, portato in Gran Bretagna al seguito dei Fenici in occasione delle loro scorribande commerciali oltre Manica. Altri ancora sostengono che discenda dal molosso dell’Epiro, portato in terra inglese dai Romani in occasione della loro campagna di conquista dell’isola.

Carattere

Gli allevatori concordano nel sottolineare tra le doti caratteriali del Mastiff l’intelligenza, la sensibilità ed il viscerale amore verso il padrone. Per dare il meglio di se stesso, però, questo molosso inglese deve poter contare sul fatto di vivere in una famiglia nella quale possa al tempo stesso sentirsi parte integrante ma anche difensore deputato. Insomma, ha bisogno di fare qualcosa: la noia lo indurrebbe a possibili nevrosi con conseguenti gravi problemi comportamentali; e la guardia è il mestiere che sa far meglio (il nome Mastiff deriva da master of thief, ovvero “capo dei ladri”).

E’ un cane che ha una crescita piuttosto rapida. Per questo l’alimentazione prima del cucciolo e poi del cucciolone va curata con particolare attenzione, offrendogli mangimi specifici per cani di taglia gigante.
Pochi problemi per quanto riguarda il mantello, basterà qualche spazzolata periodica.
Nome originale:
Old English Mastiff
Nazione:
Gran Bretagna
Altezza garrese Maschio max:
82.0
Altezza garrese Maschio min:
66.0
Altezza garrese Femmina max:
82.0
Altezza garrese Femmina min:
66.0
Peso Maschio max:
100.0
Peso Maschio min:
70.0
Peso Femmina max:
100.0
Peso Femmina min:
70.0
Club Razza:
Club Italiano del Molosso
Mantello:
Pelo corto e aderente, non sottile alle spalle, al collo e sul dorso.
Coda:
Attaccata alta, lunga fino ai garretti o poco meno, larga alla radice, si assottiglia verso l’estremità
Caratteristiche:
Grande, massiccio, potente, armonioso, ben costruito. Combinazione di coraggio e nobiltà.
Standard:

La testa, da qualsiasi angolo di visuale la si osservi, è ben squadrata nei suoi contorni generali. Se ne ricerca in particolare la larghezza: quella del cranio è pari a due terzi della lunghezza complessiva. Corpo massiccio, largo, alto, lungo, costruito vigorosamente, su arti ben distanziati e in appiombo; nettamente scolpita la muscolatura.

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE