Razze

Mastino Spagnolo

Antico protettore delle greggi, maestoso ed equilibrato.

Cosa fa meglio

Ideale per la guardia in ampi spazi.

Malattie frequenti

Nessuna in particolare.

Cuccioli

Per il Mastino Spagnolo è bene pensare solo a una sana ed energica educazione sin da cucciolo. Il senso della difesa e della guardia è già insito nel suo DNA e non occorre accentuarlo. Capace di riconoscere i pericoli, sembra che al buio diventi più attento e guardingo, comportamento insito nei cani da pastore che dovevano proteggere il bestiame dai predatori notturni. Nel giro di pochi mesi, il “cucciolone” lieviterà arrivando a pesare addirittura fino a 100 kg! È consigliato gestire da subito l’eccessiva esuberanza. Meglio evitare di essere ripetitivi nelle fasi di addestramento: si annoia facilmente.

Caratteristiche

  • Taglia: Gigante
  • Pelo: Grande
  • Colori: Sono ammessi tutti i colori, i più apprezzati sono i manti unicolore, sabbia, fulvi, neri e tigrato.
  • Costo nutrizione: Alto
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Poco

Origine

Anche se per la cinofilia ufficiale è nato “solo” nel 1946, questo splendido molosso ha una storia millenaria. Le tracce di pastorizia in Spagna risalgono a più di quattromila anni fa e i guardiani delle greggi erano i progenitori dell’attuale Mastino Spagnolo. Considerata una delle più antiche razze continentali, ha avuto una notevole importanza nello sviluppo economico e sociale della Penisola Iberica, proteggendo per secoli i pastori e le loro greggi dai predatori (lupi, orsi, linci, volpi…) e dai banditi. Dalla sua storia di cane da lavoro deriva anche il carattere del Mastino Spagnolo di oggi: sicuro di sé, assolutamente impavido, profondamente legato al padrone ma con uno spirito piuttosto autonomo, capace di prendere decisioni indipendenti ma non inutilmente aggressivo. Un grande cane selezionato per la difesa delle greggi.

Carattere

Il Mastino Spagnolo è un cane che abbaia poco con voce rauca e profonda che basta, però, a far desistere qualsiasi malintenzionato. È tranquillo, affettuoso, calmo, intelligente, cosciente della propria forza, molto legato al suo proprietario. Quando il cucciolo di Mastino Spagnolo entra in casa accetta gli animali già presenti con i quali crescerà in maniera serena. È un cane abituato a guidare altri animali. Quale proprietario? Questo splendido molosso risulta indicato a persone che cercano un cane da guardia che sia anche un ottimo animale da famiglia e che non riservi ‘sorprese’ per aggressività e ingestibilità. Protettivo e intelligente, richiede un padrone che sappia insegnargli le regole di base dell’educazione in modo coerente e ragionato, senza alcuna brutalità ma anche senza incertezze o incoerenze.  Non richiede moltissimo moto, solo un paio di passeggiate al giorno, soprattutto se ha una sistemazione all’aperto, per lui ideale purché integrata dal giusto contatto con il branco umano.

Come tutti i cani di grossa taglia ha bisogno di essere particolarmente seguito durante il periodo della crescita, che deve essere mantenuta equilibrata e senza eccessi né carenze. L’ideale sono i cibi studiati per la razza o per la taglia, somministrati in quantità proporzionale allo stile di vita del cane (più è sedentario, più dovremo tener leggera la sua dieta). Da evitare assolutamente bocconcini dalla nostra tavola e possibilmente i cibi fatti in casa. È molto importante che il cane abbia un’alimentazione adatta alla sua età oltre che al suo stile di vita. Un cucciolo infatti ha bisogno di un nutrimento diverso da quello di un adulto, che a sua volta ha esigenze differenti da quelle di un cane anziano. Non diamo se possibile da mangiare al cane in un’unica soluzione ma suddividiamo la sua razione giornaliera (che va stabilita con il veterinario in modo da evitare problemi di peso) in almeno due pasti al giorno o meglio ancora tre. Questo vale per tutte le razze e in particolare per quelle di taglia grande e gigante, più suscettibili al grave problema della torsione e dilatazione gastrica. Il cibo andrebbe somministrato a orari regolari, uguali tutti i giorni.  Il nostro cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca nella ciotola, in particolare nella stagione calda ma anche durante l’inverno. Il peso va tenuto sotto controllo regolarmente. Quando spazzoliamo e accarezziamo il nostro cane verifichiamo che la pancia non sia troppo grossa e che si sentano le costole palpandola. Se il nostro amico ci sembra soprappeso, non esitiamo a portarlo dal veterinario e a decidere con lui una strategia alimentare e un regime di moto che gli permettano di riconquistare il giusto peso. Essere troppo pesante è infatti un rischio per il cane, non solo dal punto di vista della salute ma anche da quello del carattere, perché lo porta ad avere una vita meno attiva e stimolante.
Rustico e robusto, se acquistato da un buon allavetore gode in genere di ottima salute. Come per tutti i cani di taglia imponente, è importante non far fare sforzi al cucciolo fino a  un anno di età, per favorire il corretto sviluppo delle articolazioni.
Cerchiamo di mantenere una buona igiene orale e facciamo dei controlli regolari per evitare la formazione di tartaro. Come per tutte le razze sono fondamentali le vaccinazioni annuali, oltre a regolari protezioni antiparassitarie (anche i cani che vivono in un ambiente pulito e casalingo possono essere attaccati dai parassiti!) e contro la Filariosi Cardio Polmonare. La cura del pelo è minima. I cuccioli sono dotati di pelo corto ma, con il passare dei mesi, si formerà il bel mantello. L’unico periodo in cui sono necessarie spazzolate più frequenti è quello della muta.
Nome originale:

Nazione:
Spagna
Altezza garrese Maschio max:

Altezza garrese Maschio min:
77.0
Altezza garrese Femmina max:

Altezza garrese Femmina min:
72.0
Peso Maschio max:

Peso Maschio min:

Peso Femmina max:

Peso Femmina min:

Club Razza:
Club Italiano del Mastino Spagnolo
Mantello:

Coda:
Molto spessa alla radice, inserita ad altezza media. Forte e flessuosa.
Caratteristiche:
Cane di grossa taglia, ipermetrico e mediolineo. Ben proporzionato, estremamente potente e muscoloso. Ossatura compatta. Ha una testa voluminosa e un corpo ricoperto da un pelo semi-lungo.
Standard:

Testa: voluminosa, solida, a piramide tronca con larghe basi. L’insieme cranio-muso, visto dall’alto, deve essere riquadrato e ben legato.

Mantello: il pelo è duro, folto, semi-lungo, liscio, distribuito su tutto il corpo fino agli spazi interdigitali. Si distinguono due tipi di pelo: uno di copertura sul dorso e un altro di protezione sul costato e sui fianchi. Più corto sugli arti e più lungo e setoso alla coda.

Dentatura: denti bianchi, solidi e sani, con articolazione a forbice. Tutti i premolari sono presenti.

Occhi: piccoli in rapporto al cranio, a mandorla, di colore nocciola, di preferenza scuri. Lo sguardo è attento, nobile, dolce e intelligente, molto severo di fronte a un estraneo.

Orecchie: di grandezza media e pendenti; di forma triangolare, piatte.

Tronco: rettangolare. Forte e robusto, denotante una grande potenza, pur essendo flessuoso e agile. Il garrese è ben marcato.

Gruppo: 2, razze Molossoidi, Sez. 2.2: Molossoidi, di tipo cane da montagna

Taglia: almeno 77 cm i maschi, 72 le femmine

Peso: non definito dallo Standard

Colori: i più apprezzati sono i manti unicolore, gialli, fulvi, rossi, neri, lupino e tigrato

Arti: quelli anteriori hanno appiombi perfetti. Visti di fronte sono diritti e paralleli. Quelli posteriori sono potenti e muscolosi. Di profilo hanno angolature regolari, grandi angoli articolari, appiombi corretti, di fronte come di profilo; garretti non deviati. I piedi sono da gatto, leggermente ovali.

Coda: molto spessa alla radice, inserita ad altezza media. Forte e flessuosa.

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE