Razze

Pastore Australiano

L’Australian Shepherd (Aussie) può essere definito un cane a due facce: tanto affidabile tra le mura domestiche quanto energico sul lavoro. In famiglia, infatti, si rivela obbediente, dolcissimo con i più piccoli, affettuoso con il padrone, facile da addestrare. Non è mai aggressivo o mordace, può essere anche un buon guardiano che, oltretutto, non abbaia mai a sproposito ed è socievole con i suoi simili, mentre nei confronti degli altri animali mantiene un atteggiamento predatorio, a meno che non sia stato abituato sin da piccolo alla convivenza. Una volta fuori casa rivela uno spiccato istinto per il lavoro, è intelligente, svelto, agile e fedele, insomma un vero cane da pastore (o bovaro). L’Aussie esige, quindi, un padrone sportivo, sensibile e intelligente; una persona che sappia gioire della vitalità e dell’intraprendenza della razza, indirizzandolo verso compiti gratificanti a livello sia fisico che mentale. Compito del padrone sarà anche quello di sapersi imporre come capobranco con dolcezza, senza mai usare metodi bruschi, ma con l’autorevolezza e la coerenza che si addicono a un leader.

Cosa fa meglio

Cane dall’energia inesauribile, molto attivo, nato per lavorare, l’Australian Shepherd ha bisogno di grandi spazi. Può vivere anche in appartamento, ma non è adatto a poltrire tutto il giorno su un divano, bisogna dargli l’opportunità di sfogare il suo alto potenziale energetico, se no finisce per annoiarsi e diventare distruttivo. Questo non significa che uno Shepherd debba per forza lavorare con le pecore o le mucche per sentirsi realizzato e, anche se non impegnato in discipline sportive come l’Agility, l’Obedience o il Flyball, si può sempre tenerlo occupato con lunghe passeggiate, giochi e corse sfrenate. Oltre che nello sport, alcuni soggetti sono impiegati anche come cani guida per non vedenti, in Pet Therapy, come cani antidroga e da soccorso. È, quindi, considerato un cane polivalente. Per tenere vive le sue attitudini naturali diverse associazioni e club organizzano giornate di lavoro o prove di Sheepdog, nelle quali l’Aussie ha modo di esibirsi in tutto il suo inconfondibile “stile”. Avendo avuto a che fare con capi di bestiame piuttosto che con pacifici ovini, infatti, ha un approccio diverso da quello del Border Collie, cui peraltro assomiglia, ed è molto deciso nella conduzione, non esitando a mordere i garretti dei capi più recalcitranti.

Malattie frequenti

Un elemento da tenere fortemente in considerazione nella scelta del nuovo cucciolo sono le malattie di razza. Vengono considerate malattie ereditarie legate alla razza la displasia dell’anca e del gomito, le oculopatie ereditarie quali il CEA, il PRA e il coloboma dell’iride. Ma la malattia a cui bisogna prestare più attenzione è l’epilessia: solo l’1% risulta realmente affetto allo stato attuale, ma secondo stime attendibili i portatori si aggirano su livelli del 30%. È importante, quando andate ad acquistare il vostro cucciolo, che chiediate informazioni relative allo stato di salute dei genitori e che pretendiate che il cucciolo sia stato sottoposto alla visita oculistica dei 55 giorni.

Cuccioli

Ai cuccioli dovrebbe essere data una guida da subito, a una età giovanissima, che imponga dei chiari limiti. Questo non significa essere duri o particolarmente severi; il proprietario deve semplicemente controllare i vari aspetti della vita del cucciolo in modo tale da poterlo guidare e da fargli capire che non è libero di fare quello che vuole. Il controllo del gioco come del cibo, e il controllo su oggetti che il cane percepisce come oggetti di valore, è un aspetto necessario che deve essere affrontato in modo tale da rendere chiaro al cane chi prende le decisioni in casa. Molti Australian sono “cuccioli facili”, questo comporta che molti proprietari di Aussies trascurino certi aspetti durante il “facile periodo della giovinezza” senza considerare le conseguenze. Un Aussie che non ha fatto “pratica” nell’assecondare i desideri umani non sarà ben disposto ad accettare direzioni quando si renderà necessario. Grazie all’estrema intelligenza, alla sensibilità visiva e all’attitudine alla guardia tipica della razza, i cuccioli di Aussies devono essere socializzati in differenti situazioni e ambienti possibili. Le razze da conduzione richiedono 3 volte di più la socializzazione che richiedono razze da riporto (quali Labrador o Golden).

Caratteristiche

  • Taglia: Media
  • Pelo: Grande
  • Colori: Blue-merle, nero, red-merle, rosso; tutti con o senza macchie bianche e/o focature, senza ordine di preferenza.
  • Costo nutrizione:
  • Adatto ai bambini: Molto
  • Adatto allo sport: Molto

Origine

Sull’origine del Pastore Australiano vi sono molte teorie, la razza che noi conosciamo oggi si è sviluppata esclusiva mente negli Stati Uniti. Gli fu dato questo nome per associazione col cane da pastore di origine basca, che arrivò negli Stati Uniti nel IXX secolo e proveniva dall’Australia. La popolarità del Pastore Australiano aumentò notevolmente dopo la seconda guerra mondiale, con la grande notorietà raggiunta dall’equitazione alla “Western”, che la gente venne a conoscere attraverso rodeos, concorsi ippici, film e spettacoli televisivi. Per la sua indole versatile e facile da educare, questo cane venne impiegato nelle fattorie e nei vasti possedimenti americani. Gli allevatori di bestiame perseverarono nello sviluppo della razza, mantenendone la versatilità, l’acuta intelligenza, il forte istinto da pastore, e l’aspetto attraente che avevano ammirato fin dall’inizio. Sebbene ogni soggetto sia unico per quel che riguarda il colore e le pezzature, tutti i Pastori Australiani mostrano una insuperabile devozione alla loro famiglia. Le molte qualità hanno garantito a questa razza una continua popolarità.

Carattere

Il Pastore Australiano è un cane da lavoro intelligente, dal forte istinto da pastore e da guardiano. È un compagno leale e di energia sufficiente per resistere al lavoro tutto il giorno. Dotato di un temperamento sempre uguale, ha buon carattere, e raramente è rissoso. Può talvolta essere riservato in un primo approccio.

È un cane rustico che non richiede particolari cure. È sufficiente avere qualche semplice attenzione per il mantello e la salute in genere. Si raccomanda quindi semplicemente qualche spazzolata periodica, un po’ di movimento e un controllo per quanto riguarda i parassiti esterni.
Nome originale:
AUSTRALIAN SHEPERD
Nazione:
Stati Uniti d’America
Altezza garrese Maschio max:
58.0
Altezza garrese Maschio min:
51.0
Altezza garrese Femmina max:
53.0
Altezza garrese Femmina min:
46.0
Peso Maschio max:
32.0
Peso Maschio min:
25.0
Peso Femmina max:
25.0
Peso Femmina min:
16.0
Club Razza:
Italian Australian Shepherd Association
Mantello:
Di media tessitura, da diritto a ondulato, resistente alle intemperie e di media lunghezza. Il sottopelo varia in quantità a seconda del clima. Il pelo è corto e liscio su testa, orecchi, parte anteriore degli arti e sotto i garretti. Posteriore degli anteriori e culottes sono moderatamente frangiati. C’è una moderata criniera e pettorina, più pronunciate nei maschi che nelle femmine. Colori blue-merle, nero, red-merle, rosso; tutti con o senza macchie bianche e/o focature, senza ordine di preferenza. Il collare bianco non va oltre il garrese. Il bianco è ammesso su collo (collare intero o parziale), petto, arti, parti inferiori del muso, lista sulla testa e può estendersi, a partire dalla regione inferiore, su fino a 10 cm, misurando da una linea orizzontale che passa dal gomito. Il bianco sulla testa non deve predominare e gli occhi devono essere completamente circondati da colore e pigmento. Come è loro caratteristica, i merle diventano più scuri con l’età.
Coda:
Diritta, naturalmente lunga o naturalmente corta. Se tagliata (nei Paesi dove questa pratica non è proibita) o naturalmente corta, non deve superare 10 cm di lunghezza.
Caratteristiche:
Il Pastore Australiano è ben proporzionato, leggermente più lungo che alto, di media costruzione e ossatura, con mantello dai colori che offrono varietà e individualità. È attento e vivace, flessuoso e agile, solido e muscoloso senza goffaggine.
Ha un pelo di moderata lunghezza e ruvidità. Ha la coda tagliata o naturalmente corta. La struttura, nel maschio, denota mascolinità senza grossolanità. Le femmine dimostrano femminilità senza avere un’ossatura esile.
Standard:

TESTA
Nettamente delineata, forte e asciutta. Nelle sue dimensioni deve essere proporzionata al corpo.

REGIONE DEL CRANIO
Cranio: la sommità, da piatta a leggermente arcuata. Può presentare una leggera protuberanza occipitale. Lunghezza e larghezza sono uguali.
Stop: moderato, ben definito.

REGIONE DEL MUSO
Tartufo: blue-merle e neri hanno pigmento nero sul tartufo (e labbra). Red-merle e rossi hanno pigmento color fegato (marrone) sempre sul tartufo (e labbra). Sui merle è permesso avere macchioline rosa, tuttavia, queste ultime non
dovrebbero superare il 25% del naso nei cani che abbiano più di un anno (difetto grave).
Muso: uguale in lunghezza o leggermente più corto del cranio. Viste di lato le linee superiori del cranio e il muso sono parallele, divise da uno stop moderato, ben definito. Il muso si assottiglia poco dalla base al tartufo ed è arrotondato all’estremità.
Mascelle/Denti: dentatura regolare e completa con denti forti e bianchi. Chiusura a forbice o a tenaglia.
Occhi: marroni, blu, ambra o qualsiasi variante o combinazione dei menzionati colori, incluso punteggiature e marmorizzazioni. A forma di mandorla, non sono sporgenti né infossati. I Blue-merle e i neri hanno pigmento nero sulle rime palpebrali. I Red-merle e rossi hanno rime palpebrali con pigmento color fegato (marrone).
Espressione: mostra attenzione e intelligenza, prontezza e zelo. Lo sguardo dovrebbe essere acuto ma amichevole.
Orecchi: triangolari, di misura e spessore moderati, inseriti alti sul capo. In piena attenzione si rialzano leggermente e si piegano in avanti, o di lato, a rosa.

COLLO
Forte, di lunghezza moderata, leggermente arcuato nella linea superiore, ben
inserito nelle spalle.

CORPO
Linea superiore: dorso diritto e forte, linea superiore orizzontale e ferma dal garrese alla punta delle natiche.
Groppa: moderatamente discendente.
Torace: non ampio, ma disceso, con il punto più basso che arriva ai gomiti.
Costole: ben cerchiate e lunghe, non a botte né piatte.
Linea inferiore: moderatamente rilevata.

CODA
Diritta, naturalmente lunga o naturalmente corta. Se tagliata, (nei Paesi dove questa pratica non è proibita) o naturalmente corta, non deve superare 10 cm di lunghezza.

ARTI ANTERIORI
La loro ossatura è forte, piuttosto ovale che rotonda.
Spalle: scapole lunghe, piatte, piuttosto vicine al garrese e ben oblique.
Braccio: dovrebbe essere lungo quasi come la scapola, e forma con questa un angolo quasi retto.
Avambraccio: scende diritto, perpendicolare al terreno.
Metacarpi: di media lunghezza e molto leggermente obliqui. Gli speroni dell’anteriore possono essere rimossi.
Piedi: ovali, compatti con dita serrate e ben arcuate. Cuscinetti spessi e elastici:

POSTERIORI
La larghezza del posteriore è uguale a quella dell’anteriore misurata a livello delle spalle. L’angolo quasi retto coxo-femorale è equivalente all’angolo scapolo-omerale.
Ginocchio: nettamente definito.
Garretto: moderatamente angolato.
Metatarsi: corti, perpendicolari al terreno e paralleli fra di loro se visti da dietro. Niente speroni.
Piedi: ovali, compatti, con dita ben serrate e ben arcuate, cuscinetti spessi ed elastici.

ANDATURA
Calma, sciolta e facile. L’Aussie mostra grande agilità di movimento con un passo ben bilanciato, che ricopre molto terreno. Anteriori e posteriori muovono diritti e paralleli all’asse mediano del corpo. A maggiore velocità, i piedi (anteriori e posteriori) convergono verso la linea centrale di gravità del cane mentre il dorso rimane fermo e orizzontale. Il Pastore Australiano deve essere agile e capace di cambiare improvvisamente direzione o passo.

Commenta via Facebook

In Edicola

Speciali

gallery

PUBBLICA LE FOTO
DEL TUO CANE!

Condividi le immagini più belle del tuo fedele amico a quattro zampe
e vota quelle degli altri appassionati

Le foto più votate verranno pubblicate su Argos e Il Mio Cane!

CLICCA QUI PER INIZIARE